Buzzoole
Crea sito

Juve – Milan: premonizione e analisi della gara

Juve – Milan: premonizione e analisi della gara
Condividi:

E’ il 21 Novembre 2015 , sono le ore 20:45 e va in scena il più classico degli scontri che la nostra patria abbia mai visto sul panorama calcistico della Serie A dopo il derby d’italia … stiamo parlando di Juve – Milan, lo scontro che da anni mette di fronte due compagini che hanno saputo portare in alto i valori della Serie A e dell’Italia stessa all’estero (cosa che da un po accade molto di rado). Surfando sul Web mi sono imbattuto in un’interessante articolo di Carlo Pellegatti in cui si definisce la partita di stasera come la “PARTITA DELLA SVOLTA”.carlopellegatti-gif

Vi  chiederete il perchè ed esso è presto detto: in primis perchè le due compagini vengono da un brutto periodo (anche se i rossonerri partono favoriti analizzando la classifica attuale), in secundis perchè entrambe le squadre hanno un organico da far paura alle Big d’Europa ma che a causa dei grossi movimenti di mercato del mercato estivo si sono viste, l’una privare dei suoi TOP PLAYER (vendita di Pirlo, Tevez e Vidal) e l’altra profondamente ricostruita con l’innesto di tanti talenti fra cui Bonaventura, Balotelli,Bacca e Luiz Adriano su tutti.  A detta di Carlo “I Ragazzi di Sinisa ,in caso di vittoria, hanno l’occasione di abbattere quel monumento che ha dominato, alto e imponente, gli ultimi campionati rilanciandosi prepotenti e orgogliosi lassù, dove osano le aquile” … Ci riusciranno ? La risposta la conscerete dopo le 22:45.

Concludendo secondo Pellegatti c’è speranza per i milanisti: “I tifosi del Milan si augurano che Mihajlovic conosca l’antidoto, anzi  sono quasi  sicuri perché ne hanno già assaggiato i primi benefici all’Olimpico contro la Lazio” … magari appoggiandosi al futuro del Milan … almeno per la retroguardia … Romagnoli e soprattutto Donnarumma.

Ma spostandoci sempre su SPORTNEWS SNAI troviamo un’altra analisi della partita ad opera di Alessandro Allara, dal titolo particolarmente significativo, che riflette sui risultati dell’amarcord di Juve – Milan nelle passate stagioni: “Juventus-Milan è per me LA partita. Almeno da quella maledetta notte di Manchester dove sedevo in tribuna accanto ad un amico di sempre, milanista fino al midollo. Ma forse anche da prima. Sì, direi dalla stagione 96-97 quando la musica di Zinedine Zidane andò a coprire il silenzio del Meazza in quello che resta come un evento storico: 1-6, con tanto di doppio sigillo del Bomberissimo Vieri.

alessandro_allara-gif
Parlando di sfide in terra sabauda, ricordo nitidamente l’anno dopo, un 4-1 senza appello ed io ero lì, al Delle Alpi, uno stadio che più brutto non si poteva e che ti lasciava il gelo nelle ossa soprattutto di inverno. Ricordo il mio rotolare già dalla Curva Nord, sostenuto dalla folla quasi fosse uno stage diving al concerto dei Pantera. Poi 3-1 nella stagione 1999-2000 e 3-0 nella stagione 2000-2001.
Arrivò un bel buco, anni poco felici in cui i ricordi sono più schiaffi alla maglia bianconera ed alla nostra spavalderia da stelle impolverate. Fino al recente passato, quando a Torino sembrava non potesse crescere nulla che non fosse la Vittoria della squadra di casa: 2-0 nel 2011-2012, 3-2 nel 2013-2014 e poi il 3-1 della scorsa stagione. La sensazione di prepotenza che questa squadra mostrava allo Juventus Stadium era un brivido che correva lungo la schiena di tutti noi tifosi, invincibili tra quelle mura amiche”. Dopo tutto ciò mi viene da pensare solo una cosa … vuoi vedere che ci scappa un bel GOAL (peraltro quotato a 3.45) ? 

Condividi:

COMMENTS